PIEMONTE (VIAGGI INTERCULINARI) - Aprile/Maggio 2013 - Numero 55


La gastronavicella è in orbita

Una sala di vetro orlata da un giardino zen, che sembra atterrata dall’iperuranio a fi anco del ristorante di famiglia, la Trattoria Zappatori a Pinerolo. È qui che il giovane Christian Milone ha lanciato una cucina senza compromessi

di Alessandra Meldolesi
Oggi è un giorno della sua seconda vita, quella che sta vivendo il trentatreenne Christian Milone. Cuoco assai più giovane dell’età anagrafi ca grazie alle peripezie di una biografi a singolare, approdato con balzo new age agli onori della cronaca gastronomica, fra le punte di diamante della sua generazione. Ed è un giorno scandito con periodicità infl essibile dal metronomo di una fontana giapponese poggiata là dove meno te la aspetti, nel giardinetto zen dentro un cortile in pieno centro a Pinerolo. L’insegna all’esterno recita con deliziosi caratteri d’antan Trattoria Zappatori dal 1890 (per una probabile reminiscenza bellica di quando da queste parti si sminava), ma il ticchettare ritmico del bambù che si svuota racconta narrazioni epocali, quasi a segnare la secca staffetta generazionale delle nostre cucine. Una nuova fanteria d’assalto che avanza. Il locale originario, rilevato dai genitori ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF


EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP