ROSSI & CO. - aprile/maggio 2016 – numero 73


Ergonomia enoica

Tradurre il guizzo creativo dell’artista in modo che questo diventi riproducibile in uno strumento utile e originale per l’enologia: un vaso vinario in cocciopesto per consentire un’eccellente microssigenazione del vino e dare quindi longevità, resistenza e maggiore porosità. è stata questa la sfida di Drunk Turtle. La necessità di realizzare questo contenitore ha richiesto un’attenta ricerca volta a selezionare un materiale completamente naturale, composto da una miscela di inerti lapidei e laterizi macinati, sabbia di differenti granulometrie, legante cementizio in bassa percentuale e acqua declorata. In sintesi? Una pulsione verso una nuova, ergonomica enologia, nonché un’opportunità per il futuro.

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP