FAMIGLIE DEL VINO - aprile/maggio 2016 – numero 73


Esempio di coltura imprenditoriale illuminata

di Leila Salimbeni
Una grande struttura produttiva che, come un organismo vivente, trasforma il calore in energia, si rigenera tramite il respiro del bosco e si disseta della sua propria acqua beandosi insomma solo di se stessa e della sua propria autonomia; un’indipendenza, etica e mentale nel cuore di quella beata toscanità di inizio ’900 che ritroviamo presentificata in ogni dettaglio, dall’arredamento degli interni alla successione pigra delle giornate trascorse a bordo piscina nel bel mezzo del frinire corale e intermittente delle cicale. Il modello di questo organismo è stato disegnato dalla famiglia di origini genovesi Gaslini Alberti nel 1939 quando l’acquisizione dal nonno dell’attuale titolare Italo e da suo fratello Mario coincise con la nascita di un profilo aziendale e personale permeato di un’etica molto forte, una deontologia imprenditoriale che, a oggi, pretende la presenza, anche fisica, del prosieguo generazionale che ivi appunto fa rito ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP