TESORI ITALIANI (LUOGHI DIVINI) - aprile/maggio 2016 – numero 73


Pregiati custodi di un patrimonio di valori

Oltre 30 milioni di bottiglie e 15mila ettari di paesaggio immacolato. È la forza delle aziende dell’Associazione dimore storiche italiane

di Gelasio Gaetani d'Aragona
Da quando il comparto vitivinicolo è assurto a uno dei settori trainanti della nostra economia sono fiorite le associazioni di produttori di vino, molte, forse non dovremmo dirlo, in contrapposizione ai monopoli burocratici, politici e ministeriali di taluni vecchi consorzi tradizionali rappresentanti dei territori Doc e Docg. Fortunatamente quella fase caratteristica degli anni 80/2000 è oggi superata con il subentrare delle giovani generazioni di vignaioli. Così, mi piace, per esempio, l’associazione dei produttori liberi il cui presidente è una battagliera vignaiola di Soave: super biologica e biodinamica, è riuscita a domare l’individualismo di cui ogni produttore è portatore adottando regole e codici etici che mirano al miglioramento della qualità all’interno di un percorso lungo e difficile volto alla definizione e alla marcatura dei terroir specifici. I produttori liberi sono una bella formazione a testuggine mu ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF


EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP