FRANCIA (NELLA CANTINA DEL MAESTRO) - febbraio/marzo 2016 – numero 72


La tripla vita di Pascal

Tra azienda di proprietà, laboratorio e consulenze, l’enologo di fama mondiale Chatonnet ha il vino nel Dna. Ecco alla prova del calice i rossi che realizza a Néac, vicino Pomerol

di Alessandra Piubello
Da Château Haut-Chaigneau lo sguardo abbraccia un panorama senza pari: la giornata luminosa ci consente di vedere fino a Bordeaux, a una quarantina di chilometri. A sinistra, ecco Montagne Saint-émilion, poi Saint-Georges Saint-émilion. Ogni villaggio con il suo particolare campanile a distinguerlo. Sulla linea dell’orizzonte una visione chiara del plateau di Saint-Émilion, che comincia a est con Troplong Mondot e termina a ovest con Grand Maine. Al centro, ecco il villaggio di Saint-Émilion, patrimonio dell’Unesco dal 1999, con la sua chiesa monolitica. Verso destra, Château La Dominique e Cheval Blanc con la fine dell’appellation Saint-Émilion. A ovest, et voilà, il mitico Pétrus. Boschi e vigne ovunque. Siamo a Néac, uno dei due villaggi dell’Aoc Lalande de Pomerol, sulla riva destra della Dordogna. Ad accoglierci nella sua tenuta un anfitrione di fama mondiale: Pascal Chatonnet, enologo nell ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF


EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP