ROSSI & CO. - dicembre/gennaio 2016 – numero 71


Erbe, sale e Pepi

Freschezza, speziatura, bilanciamento, nonché una certa iniziale reticenza sono le caratteristiche del nuovo nato presso la Cantina Tramin. Pepi 2014, infatti, ha il naso varietale del Sauvignon, che si anima attraverso sussurri delicati di foglia di pomodoro e ortica, ginestra ed erba appena tagliata. In secondo luogo, si concede una certa mineralità aprendosi a sensazioni di ferro e acqua di mare mentre a poco a poco escono le polveri, cardamomo e curcuma in prima linea. Pepi è il coronamento di un progetto che vede la luce dopo un attento lavoro che ha condotto alla selezione di vigneti e di vitigni tra i più datati in due microzone vocate: Penon, a ovest e Pinzon, a est e dalle cui iniziali prende il nome. La vinificazione prevede un lungo contatto coi lieviti che si protrae per ben otto mesi in grandi botti di rovere senza fermentazione malolattica.

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP