ROSSI & CO. - dicembre/gennaio 2016 – numero 71


Un nuovo Barolo

Si chiama 1752 perché è a questo anno che risale la prima bottiglia che porta in etichetta il nome di Cannubi. Oggi, a distanza di oltre due secoli, la famiglia Damilano mette in bottiglia la vendemmia 2008; pochi filari di Nebbiolo, sottoposti a diradamento severissimo. Dopo la prima fermentazione il vino viene lasciato maturare per 60 mesi in un’unica botte in rovere da 50 hl e ulteriori 24 mesi in bottiglia. Solo 6mila sono gli esemplari autorizzati a lasciare la cantina alla conquista del mondo.

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP