BOLLE ITALIANE - dicembre/gennaio 2016 – numero 71


Il Mercoledì da leoni del Prosecco Superiore

di Leila Salimbeni
U n’interpretazione autoriale non è mai l’esito di una presa di posizione bensì il frutto di un ragionamento perpetuato su se stessi, di mano in mano, di generazione in generazione. Un’interpretazione autoriale non sarebbe niente se non fossimo in terra di Prosecco Superiore e il Disciplinare di produzione non dettasse, per sua natura, e a sua ragione, delle regole. E fortuna che siamo in territorio di Docg e, peraltro, in un momento molto preciso dell’evoluzione umana e vitivinicola: siamo a Conegliano Valdobbiadene durante la Vendemmia 2015 ovvero, il Mercoledì da leoni nella storia del Prosecco Superiore, la perfetta conciliazione di due mondi che, nel vino, sono spesso incompatibili: quantità e qualità. Quindi, un millesimo che qualunque serio feticista del genere non potrà esimersi dal ricercare, e ricordare, anche e soprattutto, poi, se questo Prosecco Superiore è quello di Francesco Drusian (in foto, www.dr ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP