NON SOLO LAMBRUSCO - ottobre/novembre 2015 – numero 70


La via Emilia, una strada che porta al futuro

di Leila Salimbeni
La via Emilia è una strada particolare, un fenomeno geopolitico capace di affermare un nuovo principio di organizzazione spaziale. È stato così già all’epoca della sua fondazione a opera del console Marco Emilio Lepido che, nel 189 a.C., sentì l’esigenza di collegare in linea retta Rimini con Piacenza. E oggi è ancora così. Se la maggior parte delle sconfitte e delle conquiste dell’uomo si debbano a vizi e virtù di comunicazione, la via Emilia è stata l’emblema della virtù comunicativa che albergava presso i Romani. Una virtù che, secondo il geografo Franco Farinelli dell’Università di Bologna, alberga ancora oggi nell’emiliano e fa dell’Emilia la prima e unica città-regione dell’ecumene terrestre. Una città estesa quanto una regione, afferma il Farinelli, e il cui impianto, a somiglianza di tutte le città romane dell’Italia sett ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP