MONDO SUGHERO - ottobre/novembre 2015 – numero 70


Quando il tappo diventa hi-tech

di Leila Salimbeni
U n’azienda innovativa come Diam, da poco insignita del prestigioso Premio Bpi France, ovvero il premio per l’innovazione internazionale delle eco-tecnologie, dell’energia e dello sviluppo sostenibile, potrebbe non aver bisogno di ulteriori presentazioni. Eppure, per molti degli addetti ai lavori la questione del tappo è secondaria, nonostante sia il sigillo che permette al vino, soprattutto se d’annata, di evolversi e, così facendo, di magnificare, oppure narcotizzare, tutto il suo potenziale espressivo, un’energia interna che si nutre di due caratteristiche imprescindibili: franchezza e integrità. È per questo che esiste Diam: per custodire ciò che sta dentro: gli aromi, gli umori ovvero l’anima del vino, traghettata dal passato attraverso il presente verso un’unica direzione, il futuro, anche e soprattutto in virtù di quell’unico elemento cui è demandato il compito di preservarlo nel tem ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP