PANE AL PANE, VINO AL VINO - Febbraio / Marzo 2013 - Numero 54


La cementificazione che corrode il nostro futuro

di Andrea Gabbrielli
Succede ogni giorno, immancabilmente, che 100 ettari del nostro territorio agricolo vengano cancellati da capannoni, abitazioni, strade, centri commerciali, edifi ci industriali, canali. L’effetto è sempre lo stesso. Una volta occupato lo spazio, diventano inamovibili e la «funzionalità ecologica del suolo» (dal rapporto del ministero delle Politiche agricole Costruire il futuro: difendere l’agricoltura dalla cementifi - cazione, 2012) se ne va a ramengo perché il terreno diventa impermeabile, non respira e non assorbe più. Apparentemente leggi, regolamenti, vincoli e piani vari dovrebbero impedire quest’andazzo, ma abusivismo, condoni edilizi e urbanizzazione forzata scavalcano le barriere. Dal 1950 a oggi la cementifi cazione è cresciuta del 166% mentre la popolazione nello stesso periodo è aumentata solo del 28%. L’usato non sembra andare di moda, si preferisce sempre il nuovo. I comuni, se ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP