CONTROEDITORIALE - Febbraio / Marzo 2013 - Numero 54


Pillole di buonsenso per i ristoratori

di Andrea Grignaffini
Superata l’apocalittica profezia Maya, non senza danni, il 2013 non sembra meno temibile del precedente per la ristorazione. Soprattutto per quella di fascia media e medio-alta, come ha sottolineato Enzo Vizzari, «perché chi sta sopra, in fascia alta, quantomeno contiene le perdite e chi sta sotto può tagliare i costi, anche a scapito della qualità». La serie di chiusure di locali, consumatasi tra il 2012 e l’inizio del nuovo anno, può essere un’occasione di rifl essione per affi nare una risposta utile. Ecco una cinquina di consigli alla ristorazione, pillole di buonsenso (spesso manca quando la lacuna di certezze riempie la vita di timore e di caos) per affrontare lo spettro della crisi: 1)Porre a fuoco la linea di cucina per la quale si hanno le giuste doti da mettere in campo e concentrarsi su essa, cercando di essere operativi al massimo. Occorre individuare la clientela che si vuole «colpire» ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP