ROMA (VERTICALE A VIVA VOCE) - Giugno / Luglio 2015 - Numero 68


La qualità? E' un colpo al cuore

È il signore del Pommery. È il signore che decide se una annata è una grande annata. Thierry Gasco, 63 anni, fisico asciutto, barba brizzolata, modi felpati ed eleganti come si addice a uno chef de cave di una grande Maison della regione dello Champagne. Ma nel nostro lungo colloquio non ci sarà nessuna scivolata di grandeur. Eppure lui potrebbe permettersela. È il garante dello stile della Maison Pommery. È il responsabile dell’assemblaggio delle diverse cuvée dell’azienda e decide dei millesimati e in particolare delle Cuvée de Prestige: la Cuvée Louise e la Cuvée Louise Rosé. Stiamo parlando di un gruppo, quello Vranken-Pommery Monopole, che è il secondo nel mondo dello Champagne. E che ha una storia secolare che si intreccia con la storia della Francia degli ultimi duecento anni. Dobbiamo a questa Maison lo stile, secco, leggero, elegante dello Champagne così come lo conosciamo o ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP