ROSSI & CO. - Aprile / Maggio 2015 - Numero 67


Un vino da re e api

Luve provengono da Campore, come Campo del re, una toponomastica che fa rivivere il ricordo di quei vini qui prodotti e destinati alla corte borbonica di Napoli. E questo Fiano 100% i suoi natali li porta tutti nella struggente, intensa composizione dei suoi aromi; del resto, l’uva in zona veniva chiamata Apianum, ovvero prediletto dalle api per il suo alto tenore zuccherino che sviluppa ancora all’olfatto tramite caratteristiche note mielose, e il calice che abbiamo davanti non fa eccezione. Così, dopo le lodi ricevute da Virgilio, Orazio, Columella e Plinio, negli anni 70 la famiglia Mastroberardino ne ha riproposto la tradizione, che realizza con un parziale passaggio in barrique e l’affinamento in bottiglia dai 18 ai 24 mesi. Come si diceva, il vino è complesso, strutturato nelle note di pera, miele, fiori di acacia e noccioline tostate. Terredora www.terredora.com

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP