IL FUTURO DELLA PROFESSIONE - Aprile / Maggio 2015 - Numero 67


La sommellerie internazionale guarda al 2017

I l sommelier, presso le Corti di Francia, era l’ufficiale incaricato dell’organizzazione del servizio a tavola e, in particolare, doveva occuparsi delle caraffe in argento per l’acqua e per il vino. È però nella Parigi ottocentesca, con l’affermarsi della «grande cuisine» come cucina della ristorazione d’albergo, che troviamo i primi autentici sommelier, in servizio presso i più noti luoghi cittadini. Dopo esser stato per molto tempo colui che conosceva il vino e lo sapeva servire nel modo più corretto, con il diffondersi generalizzato della percezione di qualità della vita, il crescente edonismo alimentare e il sempre più diffuso consumo del vino di pregio, il sommelier si è trasformato anche in un provetto degustatore, che conosce le regole dell’abbinamento tra cibo e vino ed è, pertanto, colui che meglio può consigliare il cliente. Fino a non molti anni fa, quando i cuochi ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP