CONTROEDITORIALE - Aprile / Maggio 2015 - Numero 67


Figli di un dio minore nel marketing emozionale

di Andrea Grignaffini
Che il vino sia una sorta di panacea, certamente, l’abbiamo sempre pensato. Quel che non sapevamo, però, è che per la proprietà transitiva anche la sua comunicazione, talvolta, possa diventarlo. Comunicazione che troppo spesso avviene, soprattutto nel nostro Belpaese, in maniera pressappochista e il sito internet dell’azienda, al quale è affidata l’incisività di ogni contenuto e la narrazione dell’identità, è trattato sovente come uno sterile contenitore di comunicati stampa, dettagli tecnici e immagini di repertorio. Eppure, il sito dovrebbe essere congegnato strategicamente sia in termini di comfort sia di design, esattamente come si concepisce uno stand espositivo in una fiera come Vinitaly, per esempio. Qui, però, c’è il vantaggio che si tratta di uno spazio all’interno di «una fiera dell’era 2.0» che si tiene in ogni punto dell’ecumene e in qualunque momento. ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP