ROSSI & CO. - febbraio/marzo 2014 - Numero 60


Ampiezza e complessità

Un 2008 pluripremiato, che ha varcato i confini nazionali, è stato il pretesto per tornare, col palato, a saggiare le profondità del Shiraz Bell’s Garden, stavolta 2011, di Two Hands, una delle winery australiane più interessanti. Impenetrabile allo scanner visivo, il naso viene investito da una cornucopia di piccoli frutti rossi e blu, spezie, sandalo e legna. In bocca, magnificate le caratteristiche legate al tannino, ben ammaestrato sebbene ancora acerbo, in un sorso ampio e lunghissimo, che saprà anche diventare un ottimo investimento nel corso del tempo. Two Hands Wines www.twohandswines.com

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP