ROSSI & CO. - Febbraio / Marzo 2013 - Numero 54


Rossana in sintesi

Uno Chardonnay proveniente da quattro ettari di vigneti classe 1984. Il nome? Giustapposizione di bass (come di cosa che giace in basso) e rossj, ovvero l’abbreviazione del nome della giovane fi glia di Angelo, Rossana. La fermentazione alcolica avviene in acciaio inox e il vino viene poi trasferito in barrique per la fermentazione malolattica e l’invecchiamento. Il risultato è un vino ricco, sfaccettato, che esige di essere ascoltato: le note minerali sono formidabili, così come rimarchevole è la lunghezza e la complessità. Anche se di annata giovane, questo vino una volta versato nel bicchiere passa attraverso molte fasi, che vanno dal miele alle note balsamiche, dalle note floreali a quelle erbacee e fruttate. Ha un colore dorato intenso, delicato è il profumo di caprifoglio e agrumi che accompagna tutta la durata della degustazione, che inizia con prudenti note fl oreali, si slancia in potenti sentori di resina, di quercia, mentre solo sul fi nale fa capolino la frutta tropicale. Elegante, di perfetta acidità, anche un po’ speziato, e riccamente fruttato, al palato mostra un sottile tocco di piccante, dovuto alle botti di rovere. Gaja www.gajadistribuzione.it

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP