BORDEAUX (I MAGNATI DEL TERROIR) - Febbraio / Marzo 2015 - Numero 66


L’outsider di Saint-Émilion

Non proviene da una famiglia di vigneron e si è convertito al vino vent’anni fa. Quanto basta per rilanciare le tenute acquistate e per compiere il capolavoro di Château Pavie

Sarà la brezza Atlantica. O l’umidità della placida Dordogna. Fatto sta che Saint-Émilion è un luogo magico. Non solo per i vini, ma per le storie che nasconde in ogni angolo. Gérard Perse è una di queste. Nella prima parte della sua vita crea un piccolo impero. Parte quasi da zero con un negozio e arriva a 44 anni che possiede alcune decine di supermercati a Parigi e dintorni. La moglie Chantal sempre al suo fianco. Gérard ama il vino e chi lo produce: sceglie personalmente le bottiglie da mettere sugli scaffali e non perde occasione per visitare i produttori. Sente il fascino della vigna e il richiamo della terra, bordolese in particolare. L’occasione non tarda a presentarsi, ed è l’inizio della svolta. Nel 1993 compra Château Monbousquet, una proprietà carica di storia, ma in leggero declino. Da totale autodidatta, con passione e capacità, in pochi anni lo porta al rango di Grand cru class& ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF


EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP