OLTREPO' (ILLUSTRE BARBERA) - Dicembre / Gennaio 2015 - Numero 65


La Maga e la sua regina

Su consiglio del caro amico Vincenzo Muccioli, Gian Marco Moratti acquistò il Castello di Cigognola e i suoi vigneti, un tempo di proprietà della famiglia di Letizia. Un gesto d’amore per la moglie da cui è nato un grande vino

di Daniele Cernilli
«Ma chi te cred de vess, l’Arnaboldi?». La battuta, in milanese, era diretta a chi si dava delle arie da riccone pur non essendolo. Gli Arnaboldi, infatti, erano i più grandi proprietari terrieri della Lombardia verso la fine dell’800, e buona parte dei vigneti dell’Oltrepò Pavese, nella fattispecie, appartenevano a loro. «Mia moglie Letizia, in effetti, è un’Arnaboldi, più esattamente una Brichetto Arnaboldi», dice Gian Marco Moratti, «e il Castello di Cigognola e tutti i vigneti intorno erano di suo nonno che li aveva ereditati dai suoi antenati. La fondazione risale a ben otto secoli fa». Cigognola è un paesino sui primi colli dell’Oltrepò, fra Broni e Casteggio. Più a est c’è Montù Beccaria, più a ovest Torricella Verzate, e a sud Santa Maria La Versa. È il cuore vitivinicolo della zona, le vigne occupano gran parte del panorama, che & ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF


EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP