VISTI DA NEW YORK - Ottobre / Novembre 2014 - Numero 64


Napa Valley, là dove il vino ha trovato l’America

di Marco Melzi
Per la maggior parte degli appassionati enofili, Napa è sinonimo di vino «made in Usa». Sebbene la zona sia diventata la prima American viticultural area (equivalente delle nostre Doc) solo nel 1981, dagli anni 70 a oggi ha subito uno sviluppo impetuoso: dalle 25 cantine attive nel 1975 si è passati alle oltre 400 odierne. Oggi la regione di Napa è una delle destinazioni più popolari degli Stati Uniti, con quasi tre milioni di visitatori nel 2012 e un indotto vicino al miliardo e mezzo di dollari. Gli inizi dello sviluppo moderno furono contraddistinti da uno spirito amatoriale, ma già negli anni 60, con la costruzione della celeberrima Robert Mondavi winery (divenuta in seguito icona del vino californiano) si sarebbe potuta presagire la svolta che avrebbe trasformato la meta dei cercatori di metalli preziosi di metà 800 in una efficacissima macchina da soldi. Nel 1968 fu istituita la Napa Valley agricultural preserve, preposta alla ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP