CAMPANIA (E LA STORIA COMINCIÒ) - Agosto/Settembre 2013 – numero 57


I migliori hanno le Radici forti

Mastroberardino aggiunge questo nome ai suoi vini più buoni, per enfatizzarne tradizioni e origini. Quelle del Taurasi risalgono all’Irpinia di fine ’800 e sono qui celebrate in una degustazione che abbraccia i suoi ultimi 60 anni

di Daniele Cernilli
IIl primo vino di Taurasi etichettato ed esportato in Francia data 1878. L’Irpinia, la regione della Campania interna, montuosa, che corrisponde all’attuale provincia di Avellino, era stata da meno di vent’anni aggregata al Regno d’Italia, come tutto il resto del Regno delle Due Sicilie dopo l’impresa dei Mille di Garibaldi. Per raggiungere Atripalda, il centro vinicolo più importante, dai piccoli paesi di Montemarano e di Castelfranci, a non più di una ventina di chilometri di distanza, ci voleva anche un giorno con il carretto a cavalli. Di più se si doveva pure trasportare l’uva vendemmiata. Le strade erano mulattiere e il motore a scoppio non era ancora stato inventato. Il pioniere e l’artefi ce di tutto fu Angelo Mastroberardino (1848-1914) da diversi anni produttore di vino per il consumo locale, che arrivava con diffi coltà fi no a Napoli. Questo però signifi ca che il Taurasi, grande vino ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF


EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP