PERLAGE - Agosto / Settembre 2014 - Numero 63


A riveder le stelle

Nomen omen, auspicio ma soprattutto sollievo, dopo la natural burella dei primi anni, e dei primi passi, Casavyc è interprete di uno stile definito e pulito, e di un dado identitario, oltre che tratto, anche forte. Per chi non la conoscesse ancora, Casavyc è una realtà cuspide in limine tra l’adorata terra di Morellino e le sempiterne pulsioni borgognone, ma è nell’ultimo anno, soprattutto, che l’azienda ha conquistato una sua platea di estimatori. L’ha fatto prima col sorso teso e nervoso del suo Temerario, il Pinot nero, e col Sauvignon, quello 2013, nella fattispecie, che è un morso di pesca noce e mandolino verde. Delicato eppur autorevole, il carismatico metodo Classico A riveder le stelle, si diceva, ha una bolla fitta e minuta, dove l’amato Pinot nero, in purezza, magnifica tutta la sua potenza espressiva in suggestioni che rimandano a una colazione di frutti rossi adagiati su una base di burro e crosta di pane. Casavyc www.casavyc.it

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP