PENSIERO LIBERO - Giugno / Luglio 2014 - Numero 62


Il Governo sta raschiando la barrique

Il profumo del mosto selvatico è amaro come il retrogusto di chi vede avvicinarsi le mani governative nelle proprie tasche per un ammontare di 600 milioni di euro, quale prelievo aggiuntivo ai danni degli agricoltori. È quanto riporta il decreto Irpef approvato di recente che presenta il conto a chi lavora la terra, investe in biogas e produce redditi agricoli. Insomma, per dirla con Libero (unico quotidiano ad accendere i riflettori sulla vicenda), «Renzi mette in ginocchio il vino italiano». Vediamo come e, soprattutto, perché questo decreto sarà alla fine rivisto. Si parte da un assunto: il Governo sta raschiando il barile, pardon la barrique. I costi della macchina pubblica restano superstellati, i servizi sanno di tappo e la scure fiscale vortica alla ricerca di qualche bersaglio da finanza creativa. Il premier Matteo Renzi è un decisionista. Corre come una lepre perché sente l’urgenza del cambiamento, ma deve muoversi co ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP