GEWUERTZTRAMINER - Aprile / Maggio 2014 - Numero 61


Infinite sinestesie organolettiche

di Leila Salimbeni
C ol termine sinestesia si intende quel fenomeno che ci aiuta ad approfondire le percezioni attraverso la contaminazione con sensazioni provenienti da altri sensi: ce ne serviamo quando dobbiamo descrivere le sfumature di un suono o di una visione, ma soprattutto di un sapore o di un odore. E, a maggior ragione, in tutti quei casi in cui le nostre percezioni vengono chiamate in causa simultaneamente, tanto più se a innescarle è la veemenza di sensazioni forti, come quelle destate dal Gewürztraminer della cantina Tramin. Specialmente, poi, se l’escalation sensoriale è legata ai piatti di chef aventi più che una velleità artistica. Gli eleganti Gewürztraminer della cantina Tramin, declinati nella variante Classico e nella selezione Nussbaumer, sono caratterizzati da note profonde, cariche di minerali bilanciati da toni più persistenti in cui si riconoscono tanto le spezie quanto la frutta matura. In particolare, al di là d ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP