SUPERVENETIAN - Aprile/Maggio 2013 - Numero 55


Fiocco... rosato in casa Masi

di Alessandra Piubello
Con la settima generazione dei Boscaini nasce il Rosa dei Masi, Refosco rosato. La culla è in Paradiso, nell’impressivo paesaggio fuori dal tempo di tenuta Strà del Milione, nel Grave del Friuli. Il racconto narra di un passaggio in loco di Marco Polo in transito da Venezia a Palmanova sulle vie della seta. Il celebre esploratore, appartenente al patriziato veneziano, fu ambasciatore delle sue lontane terre. Memorabile il dialogo del viaggiatore con il Kublai Khan, struggente di nostalgia, ne Le città invisibili di Italo Calvino. Segno del destino: anche la famiglia Boscaini, che acquisisce il Vaio dei Masi, piccola valle della Valpolicella, nel XVIII secolo, è portavoce nel mondo dei valori identitari delle Venezie. «Siamo interpreti di un terroir culturale», interviene Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola. «Nella macroregione delle Tre Venezie, dove operiamo, variano le condizioni climatiche, i terreni, i ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP