ROSSI & CO. - agosto/settembre 2016 – numero 75


Sorpresa «ferma»

Gianni Tessari, imprenditore e vignaiolo veronese, già conosciuto per la spumeggiante Marcato, trova altra fama nella sua versione «ferma» e, finalmente, anche autoriale. E, infatti, ciascun’etichetta è un’interpretazione del terroir: dai Colli Berici ecco tre tipi di Soave tra cui i cru Monte Tenda e Pigno ma anche un Tai Rosso e Due (Merlot e Cabernet). Dalla vulcanica Lessinia, invece, ecco giungere lo Chardonnay e il Pinot nero. Ebbene, il Soave Classico Monte Tenda 2015, dobbiamo dirlo, ci ha sorpresi alla prova del calice: il colore è già carico, estrattivo e foriero di grande intensità; e poi la persistenza e il bilanciamento tra dolcezza e acidità, nonché la sapidità del succo di frutta che alterna sensazioni di tè alla pesca, di albicocca, di erbe aromatiche e di glicine che ne fanno decisamente un bel vino.

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP