L'ALTRA META' DEL CALICE - agosto/settembre 2016 – numero 75


Terlaner I Grande Cuveé sfida l’élite francese

di Alessandro Franceschini
L’invito, ammettiamolo, era di quelli che ti fa alzare almeno un sopracciglio: «Presentazione del vino bianco più costoso d’Italia». Il nome di chi invita, però, è uno dei punti di riferimento «in bianco» italiano: Terlano. Sicché, al di là dell’esclusività e del costo della bottiglia in questione, 3.485 esemplari prodotti per un costo medio in enoteca di circa 160 euro, poter degustare con calma davanti a chi ha da lustri mostrato di avere una marcia in più quando si tratta di finezza ed eleganza in fatto di vini bianchi, meritava attenzione. Si chiama Terlaner I Grande Cuvée. Prodotto per la prima volta nell’annata 2011, e poi ancora l’anno successivo, debutta ora per il terzo anno consecutivo con il millesimo 2013. «Inutile fotocopiare la Borgogna. Non volevamo fare un altro Chardonnay barricato», dirà Rudi Kofler, enologo della cooperativa altoatesina, du ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP