EDITORIALE - agosto/settembre 2016 – numero 75


Italia, un’opera in cerca d’autore

di Andrea Grignaffini
Nell’incrociarsi di quei due assi cartesiani che determinano il nostro qui e il nostro ora, che sono anche i due deittici di voi che ci leggete, c’è un problema di fondo: un problema essenziale che, da solo, basterebbe a polverizzare il qui e l’ora di tutti noi nella sua più basilare essenza. La vacuità. Siamo in Italia, è vero, in questo preciso momento storico. Siamo italiani, anche, ma cosa questo significhi è sempre meno manifesto, e non solo per via di Giorgio Gaber che già nel 2003 verbalizzava l’inefficacia di questa appartenenza, ma anche perché gli stessi segni di questa italianità, prove inconfutabili quali la pizza, gli spaghetti, la Maserati, la mozzarella, Vivaldi e, già che ci siamo, pure i mandolini, non sono più cose nostre, ma elementi sbiaditi partoriti dall’immaginario di qualcun altro. E poi c’è questa nostra lingua, questo italiano sempre meno italianiz ...

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTERO COMPRA IL NUMERO IN PDF

EDICOLA ON LINE
    
GLI EVENTI DI SWAN GROUP